Il glossario della fiera: Q come Quinta

Nell’architettura teatrale le quinte costituiscono la delimitazione prospettica della scena, essendo quasi sempre disposte, anche in più file, a sinistra e a destra del boccascena in modo da dare l’illusione di una chiusura, pur lasciando fra l’una e l’altra spazi liberi per l’entrata in scena degli attori.

Per analogia di forma e di funzioni compositive, si chiamano così anche le soluzioni adottate in architettura per ottenere, mediante diverse strutture e materiali, effetti di delimitazione spaziale prospettica. (http://bit.ly/2tADC39)

Nel contesto fieristico, questo tipo di struttura può essere utilizza all’interno di un allestimento quando si ha la necessità di creare un’area riservata ma non si vuole o non si ha la possibilità di costruire delle pareti di chiusura.

Una quinta può in questo caso essere posta di fronte a dei tavolini per creare un’area meeting, dove poter avere una maggiore privacy per accogliere i propri clienti.

In alternativa, può essere utilizzata come elemento di grafica, dando risalto per esempio al vostro prodotto icona, a un processo di lavorazione o al vostro logo.

Volete saperne di più su come utilizzare degli elementi architettonici alternativi per lo stand della vostra prossima fiera? Scriveteci a marketing@lanariassociates.com

You may also like

Leave a comment